mercoledì 28 dicembre 2011

Buon tutto...


L'anno nuovo è come un libro con 365 pagine vuote...
fai ogni giorno il tuo capolavoro,
usa tutti i colori delle vita e
mentre scrivi sorridi!

martedì 27 dicembre 2011

Babbo Natale è passato...

... e mi ha portato tanti doni, ma soprattutto quelli che aspettavo con ansia :)
Il fantastico robot Masterchef8000
e la pentola in ghisa de Le Creuset



giovedì 22 dicembre 2011

Buone Feste


A chi passa di quì lascio il mio augurio sincero di
trascorrere in armonia e gioia questi giorni di festa

giovedì 15 dicembre 2011

Il giorno in più

Giacomo Pasetti ha quarant'anni, molte donne e poca voglia di impegnarsi. Single a Milano è lasciato malamente dalla fidanzata di turno che sognava un amore maturo e le chiavi di casa. Abile osservatore del prossimo ha sempre la battuta pronta e una donna di riserva per scaldarsi le notti. Intorno a lui, madre, amici e colleghi provano a responsabilizzarlo, descrivendogli le gioie del matrimonio e della paternità. Ma niente sembra davvero emozionarlo tranne forse quella ragazza sconosciuta che ogni mattina incontra in tram e da cui proprio non gli riesce di staccare gli occhi. Turbato dalla sua grazia racconta a tutti di essersi finalmente innamorato e legato a una giovane donna di nome Agnese, quietando per qualche tempo il desiderio di chi lo voleva accasato. Una mattina però l'ideale Agnese lo inviterà a scendere dal tram per un caffè rivelandogli di chiamarsi Michela e di essere in partenza per New York. Dopo una cena e un primo lungo bacio, Giacomo la raggiungerà a sorpresa negli States per convincerla e convincersi che forse davvero l'amore 'è una cosa meravigliosa'.




lunedì 12 dicembre 2011




Quando si rimanda il raccolto, i frutti marciscono,
ma quando si rimandano i problemi, essi non cessano di crescere.
 
Paulo Coelho

mercoledì 7 dicembre 2011

Elizabethtown

Dopo aver causato, con la sua ultima invenzione, una perdita di svariati milioni di dollari alla società produttrice di scarpe per cui lavora, Drew Baylor viene licenziato e lasciato dalla sua fidanzata nello stesso giorno. Disperato e sull'orlo del suicidio, riceve una telefonata che gli annuncia la morte del padre. Deve tornare nel paesino del Kentucky in cui è nato, Elizabethtown, per svolgere le ultime volontà del padre. Sull'aereo che lo porta a casa, conosce una hostess di volo, Claire Colburn, di cui si innamora immediatamente

martedì 6 dicembre 2011




I rapporti non si costruiscono, si vivono e nel viverli si rafforzano...

lunedì 5 dicembre 2011

giovedì 1 dicembre 2011

Happy December. . .

Io non amo l'inverno...ma l'unica sua nota positiva è il Natale!
Mi piace vedere tutto addobbato... le lucine che illuminano le case (dentro e fuori).
So che la tradizione vuole che l'albero si faccia l'8 dicembre ma...
visto che sabato sera avrò ospiti a cena sicuramente cercherò di anticipare un pò l'atmosfera natalizia e se avrò tempo mi piacerebbe anche fare il presepio.
Buon inizio dicembre a tutti!

lunedì 28 novembre 2011

Sformatini di verza con fonduta

Dopo aver provato gli sformatini trovati sul blog "fiordirosmarino" sabato ho provato a fare un piccolo esperimento mischiando cose viste in tv e alcune ricette di Donatella dal suo blog. Ed ecco quì che ho sfornato degli sformatini alla verza [la foto non è opera mia ma l'ho trovata sul web].


Ingredienti:
400g. di verza circa
1 foglia di alloro
1 scalogno
2 uova
5 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di farina
burro
sale e pepe
brodo vegetale
100g. di fontina
2 cucchiai di latte

Procedimento:
Mondare la verza e tagliarla a striscioline. In una casseruola far soffriggere lo scalogno nel burro ed aggiungere la verza e l'alloro. Regolare di  sale e pepe e sfumare con un pò di vino rosso.
 Fare stufare aggiungendo il brodo quando serve.
Una volta che la verza è raffreddata frullarla ed aggiungere le uova, il parmigiano e la farina.
Mettere il composto dentro dei pirottini di alluminio e far cuocere a bagnomaria per 35/40 minuti a 180°
Infine guarnire gli sformatini con la fonduta ottenuta sciogliendo in un pentolino la fontina con il latte.







Auguri Ginevra



29 anni + 3 fa nasceva la mia testina affumicata preferita (e unica), sto parlando della mia amica Ginevra!!!
Ieri dopo pranzo io *topopasticcio* e *amicapiscina* siamo riusciti ad andare a trovarla e passare qualche oretta insieme a lei prima che partisse per la sua nuova dimora insieme al suo Lancy e all'inseparabile Belva.
Beh, è sempre un piacere poterla stritolare un pò e darle qualche bacetto...ora fino al 2012 credo sia difficile poterla riabbracciare ma ci siamo già date appuntamento per i primi di gennaio!!!
Buon Compleanno Amica Mia!!!

p.s. Auguri anche per i vostri sei mesi di convivenza, continuate così ;)  

giovedì 24 novembre 2011

In ricordo di Freddy Mercury



Non voglio cambiare il mondo, lascio che siano le mie canzoni ad esprimere le sensazioni e i sentimenti che provo ed ho provato. Essere felici è il traguardo più importante per me, ora, e quando sono felice il mio lavoro lo dimostra. Alla fine tutti gli errori che ho commesso e tutte le relative scuse saranno da imputare solo a me: mi piace pensare di essere stato solo me stesso... Adesso voglio solamente avere tutta la gioia e la serenità possibili, e vivere quanta più vita possa, per tutto quel poco tempo che mi resta da vivere.

-- Freddie Mercury --
 
[05/09/1946 / 24/11/1991]

martedì 22 novembre 2011

Pollo tex mex

Quando l'anno scorso Cotto e Mangiato era condotto dalla Parodi, aveva proposto questa bella ricettina:



Ingredienti:
400 g di petto di pollo tagliato a pezzetti
1 peperone rosso
3 cucchiai di olio
4 cucchiai di ketchup
un pizzico di peperoncino
un po' di paprika
 riso basmati

Preparazione:
Mettiamo nel mixer il peperone tagliato a pezzettini, l'olio, il ketchup, il peperoncino e la paprika.
Frulliamo il tutto.
Condiamo il pollo con la salsa ottenuta e facciamo marinare a piacere (almeno mezz'ora).
Mettiamo in forno a 180° per 10/15 minuti.
Servire con riso basmati.


 
Foto dal web

mercoledì 16 novembre 2011

Spezzatino speziato

Ho trovato questa ricetta sul web e ho subito provato a farla...
vi assicuro che è davvero buonissimo!!!

Ingredienti:
500 g di polpa magra di vitello tagliato a pezzetti
2 carote
2 coste di sedano
1/2 cipolla bianca
olio evo
Sale alle erbe (io ho aggiunto un pò di ariosto)
2 cucchiai di garam masala
3 spicchi d'aglio
rosmarino
timo
vino rosso
250 g di cous cous

Procedimento:

Pulite e lavate carote e sedano e tagliateli a dadini, affettate anche la cipolla, spremete l’aglio con lo spremiaglio e mettete tutto in un tegame con olio evo. Rosolate tutto insieme e aggiungete la carne. Fatela rosolare bene, aggiungete il garam masala, il rosmarino e il timo (senza il rametto), salate e pepate con moderazione e irrorate con abbondante vino rosso (fino a coprire la carne). Quando inizia a sobbollire, abbassate la fiamma e fate cuocere con il coperchio per 2 ore circa. Una volta che lo spezzatino è morbido, fate restringere l’eventuale liquido in eccesso alzando la fiamma e facendo attenzione che non si attacchi la carne. Intanto preparate il cous cous, mettendo 250 gr di acqua a bollire con 2 cucchiai di olio e 1 cucchiaino di sale. Quando bolle, spegnete e mettete il cous cous, aspettate 5 minuti, con un cucchiaio di legno sgranate il cous cous e servite con lo spezzatino.






giovedì 10 novembre 2011

Perché l'amore qualche volta ha paura

San Francisco, estate 1995. Gabrielle ha vent'anni, frequenta il terzo anno di università a Berkeley. Martin si è appena laureato in legge alla Sorbona, ed è in vacanza negli Stati Uniti. Si amano, con l'intensità della prima volta, quando ci si crede ancora. E come vivere un grande sogno, ebbri di felicità ma anche di paura. Paura di soffrire. Perché Martin deve tornare a casa, a Parigi. Non può più rimandare, come già ha fatto in passato, cedendo all'irresistibile richiamo di quel Resta ancora sussurrato fra i singhiozzi da Gabrielle. Così la realtà, alla fine, ha la meglio. Ed è brutale, e fa male. Parigi, settembre 1995. Il cielo è nero, è già autunno qui. Martin è appena atterrato e di colpo detesta il suo Paese, perché non è quello di Gabrielle. Per la prima volta si rende conto che stanotte non dormirà con lei. Allora le telefona, subito. E le scrive. A quei tempi una lettera d'amore impiegava dieci giorni per arrivare oltreoceano. Allora, quando si scriveva "Ti amo", bisognava aspettare tre settimane la risposta. E, a vent'anni, aspettare tre settimane è assolutamente disumano. A poco a poco, le lettere di Gabrielle si fanno sempre più rare, finché non arrivano più. Natale si avvicina, e Martin le scrive un'ultima lettera, accompagnata da un biglietto aereo per New York datato 24 dicembre.

<< L'amore! Non c'è niente di più fragile o più effimero. L'amore è come un fuoco in un giorno di pioggia: devi custodirlo, alimentarlo e prendertene cura in continuazione, altrimenti si spegne.>>

lunedì 7 novembre 2011

Torta di Vianne . . . dal film "Chocolat"


Ingredienti
gr.125 di burro
gr.140 di zucchero
2 uova
gr.200 di cioccolato
1 cucchiaio di Cointreau
la scorza di un'arancia
gr.220 di farina
2 cucchiai di cacao
1 bustina di lievito
ml.250 di latte

Procedimento
Sbattere il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema.
Aggiungere uno alla volta le uova, il Cointreau, l'arancia e il cacao.
Aggiungere il cioccolato sciolto (non dev'essere troppo caldo)
e il resto degli ingredienti.
Infornare in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti

Nel film lei decorava la torta spolverandola con il cacao, io ho usato lo zucchero a velo vanigliato
suggerisco cmq l'aggiunta di panna montata.

venerdì 4 novembre 2011

Le amiche della sposa

Annie ha quarant'anni, un ex fidanzato, un'ex professione e una sola certezza: la sua amica Lillian. Inseparabili, Annie e Lillian hanno condiviso ogni giorno della loro vita e coltivato lo stesso sogno, sposarsi e realizzarsi nel matrimonio. Mentre Annie perde tempo e dignità nel letto di uno sciupafemmine ossessionato dal sesso orale, Lillian riceve un anello e una proposta di matrimonio. Oltremodo felice chiede a Annie di essere la sua damigella d'onore e di accompagnarla verso l'altare e dentro l'avventura più bella della vita. Annie accetta con entusiasmo di organizzare il matrimonio dell'amica ma dovrà fare i conti con Helen, ricca e viziata signora che aspira al suo posto nel cuore di Lillian, e le sue tre strampalate amiche. Al verde, depressa e ostacolata da Helen, Annie proverà a ‘resistere' con l'aiuto di un agente di polizia, innamorato e determinato ad accenderle cuore e fanalino di coda.


mercoledì 2 novembre 2011

Torta di ricotta con gocce di cioccolato


Ingredienti:
4 uova
gr.180 di zucchero
gr.250 di ricotta
1 bustina di lievito
gr.150 di farina
gr.50 burro
gr.125 gocce di cioccolato

Procedimento:
Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il burro sciolto a bagno maria e rendere il composto bello spumoso. Unire la ricotta, la farina unita al lievito, gli albumi montati a neve ben ferma e per ultimo le gocce di cioccolato.
Cuocere in forno statico a 175° per 30/35 minuti

Buon appetito . . . vi assicuro che è davvero buona

Le prime luci del mattino

Elena non è soddisfatta della sua vita. Il suo matrimonio si trascina stancamente, senza passione né curiosità. Suo marito è diventato ormai come un fratello: "Non viviamo insieme, insieme ammazziamo il tempo. Abbiamo stupidamente pensato che due infelicità unite potessero dar vita a una felicità". Ha sempre deciso in anticipo come doveva essere la sua vita: la scuola da fare, l'università, l'uomo da sposare... perfino il colore del divano. È diventata moglie prima di diventare donna. Finché un giorno sente che qualcosa inizia a scricchiolare. La passione e il desiderio si affacciano nella sua quotidianità, costringendola a mettersi in discussione. Elena si rende conto che un altro modo di vivere è possibile. Forse lei si merita di più, forse anche lei si merita la felicità. Basta solo trovare il coraggio di provare, di buttarsi, magari di sbagliare. "Per anni ho aspettato che la mia vita cambiasse, invece ora so che era lei ad aspettare che cambiassi io". Un libro sincero e intenso, capace di affrontare i sentimenti senza trucchi o giri di parole, e di portarci faccia a faccia con le nostre emozioni più vere.

Mi è piaciuto tantissimo!

venerdì 28 ottobre 2011


Buon fine settimana

lunedì 24 ottobre 2011

Ciao Marco...


A 24 anni hai lasciato il mondo in sella alla tua passione . . .
Riposa in pace

venerdì 21 ottobre 2011

Sweet Week End


Domani voglio provare una ricettina per fare i muffins...ho intenzione di passare un week end tranquillo facendo un giretto per negozi con *topopasticcio* e poi gustarmi una buona pizza in compagnia di amici..
Buon fine settimana a chiunque passi di quì...

martedì 18 ottobre 2011

Siamo passati dall'estate all'inverno!


Come penso a molte di voi piacerebbe avere una cabina armadio simile a questa...beh io non ce l'ho e quì urge fare assolutamente il cambio stagione. Nel week end non ho avuto proprio modo e così stasera mi tocca. Ho già sparso su tutto il letto i maglioni invenali, così sono obbligata a metterli a posto se stasera voglio dormire comodamente nel mio letto.

lunedì 17 ottobre 2011

I puffi

Tutto scorre tranquillo nel villaggio dei Puffi come da sempre. Grande Puffo e i suoi 100 figli lavorano, cantano e preparano la festa della Luna blu mentre Gargamella cerca un modo di catturarli. Un errore di Puffo Tontolone però farà scoprire al mago malvagio l’ubicazione del villaggio e costringerà tutti a una fuga al termine della quale Grande Puffo, Puffetta, Puffo Coraggioso, Brontolone e per l’appunto Tontolone saranno scaraventati attraverso un vortice dimensionale a Manhattan e Gargamella appresso a loro.

Nella grande mela i piccoli Puffi cercheranno in ogni modo di scatenare il medesimo incantesimo che li ha portati lì, in modo da tornare nel loro mondo, mentre Gargamella sfrutterà la sua magia per catturarli. Ad aiutarli una coppia di newyorchesi con un bimbo in arrivo.

venerdì 14 ottobre 2011

"nuove emozioni"

E' LA PRIMA VOLTA CHE COMPRO UN LIBRO IL GIORNO IN CUI ESCE!

"Ci sono momenti in cui la vita regala attimi di bellezza inattesa. Smetti di fare una cosa e ti accorgi che attorno a te tutto è perfetto, il dono di un Dio meno distratto dal solito. Tutto sembra sincero. La nascita di una nuova vita, l'alba di un cambiamento, qualcosa di profondo o semplicemente la conferma di un affetto tenuto nascosto, di un sentimento segreto, custodito in silenzio dentro di noi con pudore. O anche la fine di qualcosa, la fine di un momento, di un periodo difficile sempre più faticoso da sostenere. Quando terminano i respiri corti, lasciando spazio a uno lungo profondo che riempie e svuota il petto. In quei momenti non mi manca nulla."






....e poi il ritorno di Tiziano con questa bellissima canzone...



Sweet Week End People

martedì 11 ottobre 2011

Il dono

Lou Suffern è un uomo in carriera, in guerra perenne con l'orologio: per lui svegliarsi la mattina vuol dire passare direttamente "dal sonno al lavoro"; vorrebbe, dovrebbe essere sempre in almeno due posti contemporaneamente; e nella sua agenda ormai da anni non ci sono spazi vuoti: nemmeno per i suoi due bambini, che pure amano di un amore testardo quel papà che non c'è. Finché, a pochi giorni dal Natale, ogni cosa cambia. A compiere l'incantesimo è un incontro, inatteso come sanno essere a volte le cose più belle. L'incontro con un uomo misterioso, forse un imbroglione, forse un pazzo, di certo un angelo. Nella notte più magica dell'anno, Lou riceverà da lui il dono più straordinario: un po' di quel tempo che ha così tenacemente sprecato nella sua vita frenetica, proprio mentre pensava di sfruttarlo il più possibile, dimenticando le cose e le persone importanti. Perché il tempo non possiamo comprarlo o ipotecarlo: possiamo solo condividerlo con quelli che amiamo.

"Ogni secondo lascia un segno nella vita di ciascuno; arriva e se ne va, svanendo senza squilli di tromba, disperdendosi nell'aria come il fumo che si leva da un dolce di Natale appena sfornato.
Il tempo ci riscalda e, quando è finito, ci lascia al freddo. E' più prezioso dell'oro, dei diamanti, più prezioso del petrolio o di qualsiasi tesoro. Il tempo non ci basta mai; il tempo crea conflitti nei nostri cuori e quindi dobbiamo usarlo saggiamente. Non possiamo impacchettarlo, mettergli un fiocco e lasciarlo sotto l'albero per la mattina di Natale.
Non possiamo regalare il tempo, ma possiamo condividerlo."

venerdì 7 ottobre 2011

Non è Amore





Amore non è amore
se muta quando scopre un mutamento
o tende a svanire
quando l’altro s’allontana.

Oh no! Amore è un faro sempre fisso
che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
è la stella-guida di ogni sperduta barca,
il cui valore è sconosciuto, benché nota è la distanza.

Amore non è soggetto al Tempo,
pur se rosee labbra
e gote dovran cadere
sotto la sua curva lama.

Amore non muta
in poche ore o settimane,
ma impavido resiste
al giorno estremo del giudizio.

Se questo è un errore
e mi sarà provato,
io non ho mai scritto,
e nessuno ha mai amato.

(Shakespeare)




martedì 4 ottobre 2011

Happiness in Autumn.


Partecipo con piacere al al giveaway per il primo anno
del blog
La Magia del Vento.
Io non amo il freddo ma l'autunno ha la sua magia e ad esso posso associare le mie 5 piccole felicità autunnali:
1° stare comodamente accoccolata sul divano con la copertina di pile e un libro in mano
2° sentire lo scrocchiare [cric-cric] sotto i piedi pestando le foglie cadute
3° gustarmi le caldarroste calde calde
4° godere dei colori caldi che ci circondano le foglie soprattutto assumono mille sfumature
5°non dovendo badare al giardino ho più tempo per me.

 

...aspettando il suo nuovo libro...

Ho imparato che le lacrime aiutano a CRESCERE. Che i ricordi non si dissolvono MAI. Che le parole al vento FERISCONO.
Ho imparato che PIÙ dai e MENO ricevi. Che IGNORARE i fatti non CAMBIA i fatti. Che i vuoti non sempre possono essere COLMATI. Che le GRANDI cose si vedono dalle PICCOLE cose. Che la ruota gira, ma qua...ndo ormai non te ne frega più NIENTE. Che non si finisce mai di IMPARARE. 

Fαвio Volo

venerdì 30 settembre 2011

I pinguini di Mr. Popper

Dopo aver conosciuto suo padre soprattutto via radio attraverso i racconti delle sue avventure dai quattro angoli del pianeta, Tom Popper è cresciuto ed è diventato a sua volta un padre assente per i suoi due figli. La sua principale preoccupazione è il suo lavoro come agente immobiliare di lusso e la possibilità di diventare il quarto presidente della società più importante di Manhattan. Impegnato ad acquistare il celebre Tavern on the Green di Central Park per ottenere l'agognata promozione, Popper apprende che suo padre è morto durante una spedizione in Antartide e che gli ha lasciato in eredità un gruppo di pinguini. La convivenza con i pennuti non si rivela affatto semplice, ma ancor meno semplice pare il tentativo di liberarsene

mercoledì 28 settembre 2011




... i libri sono specchi in cui troviamo solo ciò
che abbiamo dentro di noi...

[Zafon]

martedì 27 settembre 2011



"L'amore è la capacità e volontà di permettere alle persone a cui si vuole bene di essere ciò che vogliono essere, senza insistenza o pretesa alcuna che esse diano soddisfazione."
Potrebbe essere una definizione utile, se non fosse per il fatto che... pochi sono capaci di adottarla.

-- Wayne W. Dyer --

venerdì 23 settembre 2011

Pollo al curry alla "Gordon"


Durante le ferie estive ho sperimentato questa ricetta ...
nell'originale c'era anche il peperoncino fresco ma per me è risultato TROPPO piccante
così nel secondo esperimento non l'ho più messo e le mie papille gustative
hanno ringraziato :)


INGREDIENTI SALSA: (dosi per 3 persone)
1 cipolla bianca
1 pezzetto di zenzero
2 spicchi d'aglio
125 g. passata di pomodoro
olio evo
olio di arachidi
peperoncino in polvere
garam masala
zucchero di canna
concentrata di pomodoro
curry
1 vasetto yogurt naturale
sale e pepe

Pollo a cubetti (a piacere) - Riso basmati (io l'ho fatto cuocere aggiungendo all'acqua qualche seme di cardamomo).

PROCEDIMENTO:
Soffriggere nell'olio evo la cipolla e lo zenzero affettati grossolanamente, salare e pepare. Unire l'aglio spremuto e cuocere finchè le cipolle non si sono ammorbidite. Aggiungere il peperoncino in polvere, il garam masala e lo zucchero di canna. Mescolare bene e aggiungere un cucchiaio di concentrata di pomodoro e la polpa di pomodoro. Far cuocere il tutto un minuto mescolando, dopo di chè frullare il tutto.
Nella stessa padella pulita soltanto con la carta cucina, versare un filo d'olio d'arachidi e saltare il pollo (si deve solo colorare). Aggiungere la salsa e infine il curry. Cuocere a fuoco lento e per ultimo aggiungere lo yogurt.

mercoledì 21 settembre 2011

lunedì 19 settembre 2011

Lanterna verde

In un universo tanto vasto quanto misterioso, una piccola ma potente forza esiste da secoli. Protettori di pace e giustizia, vengono chiamati Green Lantern Corps. Una fratellanza di guerrieri che hanno giurato fedeltà all'ordine inter-galattico, Green Lantern indossa un anello che gli conferisce dei super poteri. Ma quando un nuovo nemico Parallax minaccia di distruggere l'equilibrio del potere nell'Universo, il loro destino ed il destino della Terra è nelle mani della nuova recluta, il primo essere umano mai scelto: Hal Jordan.



Hal è un virtuoso e alquanto arrogante pilota collaudatore, ma i Green Lantern non rispettano gli umani che non hanno mai beneficiato dei poteri infiniti dell'anello. Ma Hal è chiaramente l'anello mancante della catena e insieme alla sua determinazione e volontà ferrea, possiede una cosa che nessun membro del Corps ha mai avuto: l'umanità. Con il supporto e l'incoraggiamento della sua collega pilota e fidanzata dai tempi dell'infanzia, Carol Ferris (Blake Lively), se Hal riesce velocemente a impadronirsi e a sviluppare i suoi nuovi poteri e trovare il coraggio per superare le sue paure, potrebbe essere non solo la chiave per sconfiggere Parallax…ma diventerà anche il più grande Green Lantern di tutti i tempi.



giovedì 8 settembre 2011

Il gioco dell'angelo

Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martin cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l'occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de L'ombra del vento hanno già imparato ad amare. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore - scrivere un'opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell'umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria...



lunedì 5 settembre 2011

Kung Fu Panda 2

Il panda Po ha ormai realizzato il suo sogno di diventare un Guerriero Dragone e vive proteggendo la Valle della Pace con suoi amici e colleghi maestri di kung fu, The Furious Five - Tigre, Gru, Mantide, Vipera e Scimmia. Ma la tranquillità della Valle è di nuovo minacciata dalla comparsa di un terribile nemico che progetta di conquistare la Cina e distruggere il kung fu grazie a una temibile e inarrestabile arma segreta. Spetterà a Po e ai suoi compagni intraprendere un viaggio attraverso la Cina per affrontare e sconfiggere questa terribile minaccia.





MITICOOO!!!

venerdì 5 agosto 2011

Buone ferie...



. . . questa sera alle 19.01 sarò ufficialmente in ferie!
Non pretendo molto, io e *topopasticcio* andremo una settimana al mare [a fine mese]
nel mentre mi voglio solo godere un pò il tempo per le coccole,
per me, per giocare con Luna, trascorrere un pò di tempo
con gli amici, per poter finalmente leggere
e potermi cimentare in qualche esperimento in cucina!
 Buone vacanze a tutti  

mercoledì 3 agosto 2011

Soluzioni interessanti anti prurito

Evitare di essere punti sarebbe decisamente molto meglio. Lo sanno tutti: prevenire è meglio che curare. Ma per quante precauzioni si possano prendere arriva sempre il momento in cui una zanzara soldato, con tanto di elmetto e tuta mimetica riesce ad intrufolarsi e a eludere la tua sorveglianza. A quel punto inizia la battaglia tra le unghie, che vorrebbero disperatamente essere libere di dare sfogo a tutta la loro voglia di grattare la parte punta, e il cervello, che capisce perfettamente quanto questo sarebbe inutile se non dannoso. La soluzione allora, specialmente per i bambini, è un rimedio naturale, innocuo per l’organismo, ma perfetto per placare il prurito.
Ecco qualche soluzione post puntura per cui ringraziare solo ed esclusivamente Madre Natura.
Il limone. Una fettina da strofinare sulla bolla e in breve tempo irritazione e prurito svaniranno
La cipolla. Ne basta una fetta sottile da applicare sulla parte interessata. Sconsigliabile, però, per ovvi motivi, se non si è soli in casa (o forse nel raggio di chilometri)
Il sale. Se si bagna leggermente la zona punta e poi la si cosparge di sale sfregando un po’ come durante uno scrub il sollievo sarà quasi immediato
L’aloe vera (ottimi sia la polpa che i prodotti d’erboristeria a base di questa pianta). È un potente antisettico e antinfiammatorio, perfetto, quindi, per punture di insetti di vario genere
L’olio essenziale di lavanda. Qualche goccia e il prurito sarà un ricordo lontano; l’avvolgente profumo invece…
Il bicarbonato di sodio. Se impastato con l’acqua riporta subito le condizioni della pelle alla normalità.
Le case farmaceutiche distribuiscono apposite pomate per placare il fastidio creato dalle punture ma a volte è meglio non farsi prendere la mano e rispolverare qualche rimedio della nonna semplice e comunque efficace. È bene infatti, che i più piccoli, ma anche noi grandi, non facciano abuso di prodotti medicinali con troppa frequenza. Ottimo anche il talco che, tra le tante, smorza il prurito delle bollicine dovute alla sudamina di cui i bambini soffrono spesso.

martedì 26 luglio 2011


Inviando un SMS al 3341051030 con l’autostrada che state percorrendo, il senso di marcia, il km e dettagli sul cane che avete visto, metterete in moto la macchina di IO L’HO VISTO, che intervenendo salvera’ il piccolo malcapitato da una brutta fine!!!!!


Memorizzatelo!!!!

lunedì 25 luglio 2011

...che stanchezza...

Mi ci vorrebbe un week end per riposarmi da quello appena passato e soprattutto per poter finire le pulizie del post muratore...Se tutto va bene tra stasera e domani sera riuscirò a riavere la sala finita, dopo bene un mese e mezzo di "sbaraccamento"
Ieri ero intenta proprio come cenerentola a pulire il pavimento con secchio e spugna passando piastrella per piastrella per cancellare ogni traccia lasciata dai muratori e le seguenti di pittura lasciate dal mio pittore *topopasticcio* che per fortuna di pasticci non ne ha fatti....
Detto questo vi auguro un buon inizio settimana. . .

venerdì 22 luglio 2011

mercoledì 13 luglio 2011

lunedì 11 luglio 2011

Finalmente sono riuscita a farlo....

Clafoutis alle ciliegie



Ingredienti
2 cucchiai di Brandy
500 g. di ciliegie
90 g. di farina
200 ml. di latte
3 uova
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
100 g. di zucchero
zucchero a velo per decorare

Procedimento
Per preparare il clafoutis alla ciliegie lavate le ciliegie, asciugatele, togliete loro il gambo e denocciolatele (a meno che non vogliate essere fedeli all’antica tradizione!). Accendete quindi il forno a 180°C, imburrate leggermente una pirofila dai bordi bassi (dalla capacità di un litro abbondante), e cospargetela di zucchero.
Sbattete in una terrina le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso e il doppio del volume iniziale; aggiungete la vanillina e poi setacciate la farina incorporandola bene con un cucchiaio di legno al composto.
Aggiungete poco alla volta il latte, mescolando delicatamente, e il Brandy. Distribuite uniformemente le ciliegie sul fondo della pirofila, e versate sopra di loro la pastella ottenuta precedentemente: infornate per 40-45 minuti, finchè il clafoutis diventerà soffice e ben dorato.
A cottura avvenuta, togliete il clafoutis dal forno e spolverizzatelo con lo zucchero a velo. Servitelo tiepido.
[A me è piaciuto di più il giorno dopo fresco di frigo]

giovedì 7 luglio 2011

Ho imparato che per ogni cosa ci vuole il tempo giusto..





Che bisogna saper aspettare: aspettare che il pane lieviti, che il pane cuocia. Che alterare questi tempi vuol dire alterare la qualità. E che alla fine tutto quello che fai deve passare dal forno. E il forno è la coscienza. E' dopo che il pane è uscito dal forno che capisci se hai fatto le cose giuste o no..

[fabio volo]


 Buon Week End